Benvenuti

UN LIBRO è UN'INSIEME DI EMOZIONI FATTE DI CARTA E INCHIOSTRO!!!
Se anche voi amate leggere, seguite il mio blog, lasciatemi i vostri commenti e le vostre impressioni, consigliate i vostri libri preferiti, discutiamone insieme, e creiamo insieme una comunita fatta di gente che ha fatto della lettura la sua passione.

mercoledì 26 novembre 2014


"Quando il mondo non sembra reale, quando il tuo gruppo sembra tradirti, quando tutto sembra un complotto e non trovi risposte, l’unico modo per sopravvivere è la fuga."


Secondo fantastico capitolo della saga di Maze Runner, James Dashner ci stupisce ancora con un viaggio in una terra desolata, devastata, fatta di mostri, mostri che un tempo non lo erano, ma la mutazione si è già impossesstata di loro, e non c'è altro da fare che fuggire....ma Dashner qui ci da un romanzo che è ricco di insidie, colpi di scena e momenti pieni di tensione....


La Trama:
Il Labirinto e i viscidi Dolenti sono ben poca cosa se paragonati alla lunga marcia che la C.A.T.T.I.V.O. ha pianificato per i Radurai attraverso la Zona Bruciata, una squallida landa inaridita da un sole accecante e sferzata da tempeste di fulmini, popolata da esseri umani che l’Eruzione, il temibile morbo che rende folli, ha ridotto a zombie assetati di sangue. 
Nelle due settimane in cui dovranno percorrere i centocinquanta chilometri che li separano dal porto sicuro, la loro meta, tra cunicoli sotterranei infestati da sfere metalliche affamate di teste umane e creature senza volto dagli artigli letali, i Radurai dovranno dar prova del loro coraggio e dar voce al loro istinto di sopravvivenza. In questo scenario di desolazione, superando le insidie di città fatiscenti e foreste rase al suolo, il viaggio verso il luogo misterioso in cui potranno ottenere la cura che salverà loro stessi e il mondo diventerà per Thomas, Brenda, Minho e gli altri un percorso di scoperta del proprio mondo interiore, del limite oltre il quale è possibile spingere le proprie paure. 

“Mozzafiato. Azione da cinema.” Publishers Weekly




Ho letto il secondo capitolo subito dopo ilprimo...solitamente mi prendo una pausa tra i libri delle saghe, per fare in modo che la stessa non mi stufi...l'attesa aumenta sempre la voglia di leggere la continuazione di una saga....il primo capitolo è stato fantastico, e così stavolta ho deciso di tuffarmi immediatamente sul seguito....devo dire che le mie aspettative non sono state deluse, anche se talvolta si sono un tantino abbassate di livello. Il libro comincia bene, entrano in scena nuovi personaggi e nuove situazione che esattamente come accade nel primo ti lasciano a bocca aperta....qua e la nel libro però, il libro viventa un po noioso, si dilunga un po troppo ed è un pochino lento....poi però ogni volta si riprende con dei colpi di scena e ti lascia nuovamente col fiato sospeso. La vita di Thomas qui va sempre peggio, dovrà affrontare mille nuove "variabili", mille nuovi problemi, ma a differenza di prima, li affronterà sempre con maggior coraggio e maggior convinzione, e pian piano diventerà lui il vero e indiscusso leader del gruppo...e di Theresa? che si può dire? Amica o nemica? è la domanda che dall'inizio alla fine tormenta Thomas....fidarsi di lei oppure no? per sapere la risposta non può far altro che continuare e andare avanti, deve lottare.... Che dire, diaciamo che James Dashner è veramente bravissimo, scrive benissimo, scorrevole, piacevole e ti fa proprio venire voglia di leggere, la storia è comunque avvincente, la differenza che rilevo dal primo al secondo libro sta appunto nei momenti diciamo morti che qual e la si inseriscono ne "la fuga", momenti che ad esempio nel labirinto non ho trovato....in ogni caso la mia opinione è ottima e consiglio la lettura sia del primo che del secondo capitolo....e a chi avesse letto la saga ma si fosse perso il prequel....andate a procurarvi Maze runner _La Mutazione, e leggete l'antefatto di questa bellissima saga.



Le opinioni di alcuni lettori:


Dopo il primo Labirito mi ha davvero stupito il genere inconsueto dello scrittore. Fuori da ogni contesto storico incollocabile temporalmente, fantasia sfrenata mescolata alla pura paura dell'inconscio. Lo consiglio a tutti quelli che hanno già letto il primo libro dello stesso James Dashner.


*lettura piacevolissima scorrevole ma mai banale, suspense e colpi di scena non mancano, un libro che tiene col fiato sospeso ad ogni pagina che arriva dritta al cuore e la mente affianco ai personaggi unici.


* Sono rimasta col fiato sospeso fino alla fine ed ancora non ne ho cavato un ragno dal muro. La situazione del protagonista si ingarbuglia e la strada per la "libertà" sembra sempre lontanissima. Ben scritto, scorrevole ed emozionante


*lo stile di Dashner è sempre pulito, scorrevole, incalzante, appassionate e ti tiene legato alla storia pagina dopo pagina, fino al nuovo ribaltamento finale.

È una lettura cupa ed emozionale.


Voto:

* * * *