Benvenuti

UN LIBRO è UN'INSIEME DI EMOZIONI FATTE DI CARTA E INCHIOSTRO!!!
Se anche voi amate leggere, seguite il mio blog, lasciatemi i vostri commenti e le vostre impressioni, consigliate i vostri libri preferiti, discutiamone insieme, e creiamo insieme una comunita fatta di gente che ha fatto della lettura la sua passione.

giovedì 8 maggio 2014

Per la Rubrica "I Classici": PETER PAN_ PER NON DIMENTICARE CHE ANCHE LE FIABE SONO DEI CLASSICI


"CREDI NEI TUOI SOGNI, NON SMETTERE DI SOGNARE.....E ALLORA VOLERAI!"

Un altro viaggio indietro nella Biblioteca dei Grandi Classici.....Proprio così! Perchè oltre che andare avanti e leggere nuove storie, non bisogna mai scordare i grandi libri che hanno fatto la storia della letteratura.
Le Fiabe!...quelle stesse fiabe che avete imparato da bambini, che vi hanno letto, oppure che avete letto voi stessi non appena avete imparato a leggere, oppure ancora che avete conosciuto grazie ai grandi cartoni animati della Walt Disney....NON DIMENTICHIAMOCI però che anche le fiabe fanno parte dei Classici della letteratura, perchè ricordate che ognuna di loro è stata scritta da un grande autore! Diciamoci la verità....quante persone secondo voi conoscono la vera storia di Alice nel paese delle meraviglie...quella autentica, uscita dalla penna di Carrol; oppure chi ha davvero letto l'intera storia di Pinocchio scritta da Collodi....chi ha letto la vera storia della Bella e La Bestia, o quella della Bella Addormentata e tutte le altre...quanti di voi e quante tra le persone che conoscete e che sostengono di conoscere la storia, hanno davvero letto la versione completa e originale delle fiabe?! Non molte....la maggior parte della gente le ricorda nelle versioni ridotte per bambini, quelle semplificate e rivedute dei libricini e dei cartoni!
Beh...leggere gli originali è tutto un'altro pio di maniche....si, percheè spesso, anzi sempre, i racconti originali da cui derivano queste storie per bambini, sono molto più articolate e complesse, ricche di particolari, e con avvenimenti quasi sempre differenti dalla versione che viene data ai piccoli...ricche di concetti che magari loro non sono ancora in grado di cogliere.
LE FIABE NON SONO SCRITTE SOLO PER I BAMBINI!

Oggi vi propongo quindi, per la Rubrica dedicata ai Grandi Classici, una di queste favole in versione originale....e come non cominciare dalla mia preferita: PETER PAN!

James M.Barrie, scrittore di origini scozzesi, nacque come scrittore teatrale, che per lo più si dedicava a commedie impegnate....tuttavia non riusciva ad avere il successo sperato. Dotato di grandissima fantasia e immaginazione, Barrie un giorno lasciò che la penna imprimesse sul foglio bianco i suoi sogni più nascosti, quasi come se fosse dotata di vita propria...e nacque così il suo più grande successo teatrale e soprattutto letterario, un racconto fatto di magia e sogni, fatto d'immaginazione e pensieri felici....un racconto che ha fatto sognare migliaia di persone in tutto il mondo dai primi anni del 900. 

Il libro originale si intitola "Peter Pan-nei giardini di Kensington Garden"....questo perchè il racconto inizia con un pezzo che è sconosciuto a chiunque si sia limitato ad affrontare la versione semplificata...un bellissimo racconto che narra dei primi anni di vita del fantastico bambino che sapeva volare e che non vuole crescere mai...racconta come venne abbandonato, il suo magico incontro con la fata trilly, narra delle fate dei giardini di Kensington e delle loro notti festose, di come Peter abbia imparato a volare e di come sia finito sulla ben nota Isola che non c'è.....e chi non lo ha letto troverà affascinante anche la storia che fino ad ora pensava di sapere su Peter Pan....la vita sull'isola che non c'è, protagonisti che non esistono nella versione breve, un Capitan Uncino ben più astuto e alla fine persino volante, scene molto più accattivanti e intriganti! Chi si avvicina per la prima volta alla favola originale, troverà un racconto tutto nuovo e tutto da scoprire.

Peter Pan, il bambino che non voleva crescere, James Barrie che non voleva crescere, io che non voglio crescere (non del tutto almeno), chiunque di voi che non ha voglia di crescere completamente...chiunque non vuole abbandonare almeno in parte il bambino che è in lui e che non è mai cresciuto....quel bambino potrebbe vivere per sempre, è proprio questo il senso del racconto...volare, non smettere di sognare e continuare ad essere un po' bambini....così era l'autore, così sono io, così sono tante altre persone....Manuel Frattini, il grandissimo attore teatrale di musical (nonchè straordinario cantante, ballerino, regista teatrale e mito indiscusso del Musical) dice costantemente di essere affetto dalla famosa Sindrome di Peter Pan, e anche io lo sono certamente,perchè ogni tanto tornare bambini è bello!
CHI DI VOI E' AFFETTO DALLA STESSA SINDROME ?? ;P
CHI DI VOI HA LETTO IL LIBRO ORIGINALE DI BARRIE?????
Andate subito a farlo....lasciate scivolare la fantasia, lasciate che il bambino che è in voi voli fino all'Isola che non c'è con Peter e poi raccontatemi com'è stato....
Buona Lettura!!!